Una giornata da Serie A


Allan Ray mentre mi firma la maglietta

Alla vigilia di Natale ho partecipato, assieme ai miei compagni dell'Under16 e Under18, alla gara di schiacciate che si è tenuta in occasione del Cesto di Natale. Ho avuto la fortuna di vincerla e il premio era una "giornata da Serie A".

Il 24 gennaio è stato il giorno in cui ho potuto incassare il mio premio. Assieme a coach Ortasi e al responsabile della comunicazione Roberto, che ha architettato tutta la giornata, sono andato all'Unipol Arena, il palazzo dello sport dove gioca la Virtus Bologna, per assistere alla mia prima partita di Serie A.

Prima della partita ho potuto visitare il Museo della Virtus, all’interno dell’Unipol Arena, con Roberto che mi ha spiegato la storia delle vecchie maglie, delle coppe e di tutti personaggi presenti. Non avevo mai visto un museo dedicato a una società sportiva.

Poi, mentre le squadre stavano facendo il riscaldamento, siamo andati al nostro posto che non era tra il pubblico, ma tra i giornalisti, grazie al pass riservato alla stampa che la Virtus ci ha gentilmente concesso. Eravamo dietro il canestro, a pochissimi metri dal campo, e ho potuto anche andare nei pressi del canestro per fare qualche foto.

La partita è stata bellissima: per decidere chi ha vinto sono stati necessari addirittura tre tempi supplementari, una cosa che succede molto raramente. Ha vinto la Virtus, che giocava contro Brindisi, e tutto è stato ancora più bello, col pubblico che esultava. È stata un’esperienza emozionante. In particolare mi è piaciuto molto come ha giocato Fells, il migliore della partita.

Ma per me non è finita qui. Mentre il pubblico lentamente usciva dal palazzo dello sport per andare a casa, ho avuto la possibilità, come chi lavora per la stampa, di partecipare alle conferenze stampa che gli allenatori tengono dopo la partita, durante la quale rispondono alle domande dei giornalisti.

Poi abbiamo avuto la possibilità di aspettare i giocatori all’uscita degli spogliatoi, in una zona dove i giornalisti aspettavano i giocatori per poterli intervistare. Io mi sono fatto fare gli autografi da quasi tutti i giocatori della Virtus su una maglietta. La serata si è conclusa in pizzeria. Una bella esperienza, ricca di emozioni che rimangono per sempre.

Carlo Alberto

Post recenti

Aronne Gardini Basket 2001 Fusignano