Promo: Corsari a San Lazzaro

Vittoria sofferta ma voluta a tutti i costi e per questo ancor più bella, per il Fata Roba in quel di San Lazzaro. Dodici mesi fa i Fusignanesi non avrebbero mai vinto una partita come quella di stasera. In un’altra serataccia al tiro, appena il 30% dal campo, sotto nel punteggio e in apnea per 39’, gli ospiti tengono duro sapendo aspettare il ‘momento’ della partita e ribaltano inerzia e risultato nei due minuti finali.

Clima da lupi, sia fuori per il nebbione e il gelo, ma anche dentro all’enorme, ma vuoto e freddo PalaYuri. E le squadre si adeguano. Sarà anche l’effetto post festività ma il ritmo in campo è blando e il punteggio basso. Il ‘mood’ della partita sembra il più adatto per i padroni di casa che possono sfruttare al meglio il proprio ‘lungone’ Calegari. In attacco viene coinvolto in isolamenti in post-basso o nel pick&roll, costringendo la difesa a spendere falli o a raddoppiare.

Calegari non segna tanto, ma è bravo a giocare da centro-boa e leggere le situazioni per smistare palloni ai compagni per tiri aperti o isolamenti uno contro uno. In difesa il lungo emiliano si piazza dentro l’area pronto ad aiutare e a fare ombra con la sua mole sulle penetrazioni degli ospiti. Nei primi 20’ i Bolognesi conducono sempre nel punteggio. Per contro i Fusignanesi accettano passivamente questa modalità di gioco senza trovare un’alternativa, accontentandosi del tiro da fuori che però non paga (1/13 da tre all’intervallo lungo).

Le cose precipitano all’inizio del terzo quarto. Un parziale di 7-0 dà il massimo vantaggio ai padroni di casa (31-22 al 23’). L’anno scorso sarebbe stato game-over per il Fata Roba, ma quest’anno questo gruppo ha qualcosa in più. Gli uomini di Ortasi non si fanno prendere dalla frenesia, nessuno sbrocca, sanno aspettare che passi la burrasca. Gli ospiti rimangono in scia nel punteggio grazie anche a un paio di canestri in contropiede frutto di bei recuperi. Gestiscono al meglio l’uscita per infortunio del centro Nigro (botta al ginocchio), trovando subito nuovi equilibri in difesa per limitare Calegari . All’ultimo intervallo sono di nuovo a -2.

Si va avanti così fino all’ultimo minuto, quando la bomba di capitan Montanari a 50” dalla fine frutta il primo vantaggio ospite (49-51). Sarà quello decisivo, visto che i padroni di casa non metteranno più un punto a referto, mentre i Fusignanesi allungano ancora grazie ai punti dalla linea della carità. Bene così per il Fata Roba. Il mal di trasferta, forse, è passato.

Fresk'o San Lazzaro - Fata Roba Fusignano 49-54 (10-7; 24-22; 40-38)

Punteggi individuali - Fresk'o: Rebeggiani 2, Venturoli 9, Lollini 3, Guidetti 2, Zucchi 13, Pasoli 6, Zanaroli, Corradini 9, Calecari 5, Fiordalisi, Minoccheri. All. Brenta. - Fata Roba: Lugaresi, Montanari 26, Scardovi 5, Dalla Malva 4, Zanchini, Capucci, Berardinelli, Nigro 5, Vecchi 11, Pelliccia, Zanzi 3. All. Ortasi.

Post recenti

Aronne Gardini Basket 2001 Fusignano