Promo: Una grande prestazione non basta contro Castel San Pietro

02/02/2020

Finalmente una bella partita! Col giusto mix di agonismo, tecnica, tensione e anche un po' di sana ignoranzaCerto, alla fine a vincere sono sempre gli altri, nello specifico i primi della classe di Castel San PietroMa oggi in campo si sono viste due squadre che se la sono giocata alla pari fino all’ultimo secondo.

 

Si comincia col minuto di silenzio dedicato a Kobe che fa venire il groppo in gola a molti al PalafusoNel primo quarto si gioca su ritmi altissimi. Gli ospiti fanno capire fin da subito perché sono in testa al campionato: tanta pressione in difesa che procura recuperi e canestri in campo aperto. E quando c’è da attaccare a metà campo sono precisi dalla media distanza, soprattutto con Righi e capitan Cavina.

 

Nei secondi 10’ i padroni di casa cambiano tipo di difesa, passando a zona, e la scelta si rivela azzeccata: i Bolognesi faticano a fare le letture giuste e si inceppano in attacco.

Sistemata la difesa, il problema per i ragazzi di coach Ortasi è sempre lo stesso, cioè fare cesto con continuità: com’è come non è, più di 10-12 punti a quarto i Fusignanesi non li riescono proprio a realizzare.

 

Con questo andazzo si va avanti fino al 30’ coi Termali che sembrano in controllo del match.

Ma il meglio deve ancora venire e negli ultimi 10’ arrivano i fuochi d’artificioI Fusignanesi tirano con basse percentuali? Ci pensa Dalla Malva a trasformarsi in piovra sotto i tabelloni procurando ai suoi tanti secondi possessi. Arrivano due bombe consecutive di Scardovi e Montanari che fanno scoccare la scintilla. Ora l’Aronne Gardini ci crede e il PalaFuso è diventato una bolgia. La gara diventa un tiro al bersaglio tipo ‘segna tu che segno anch’io’ in cui i recuperi difensivi fanno la differenza. Su uno di questi arriva la bomba in transizione di capitan Montanari che certifica il sorpasso 55-54 al 37’, costringendo coach Creti al time-out.

 

Qui i ragazzini di Castel San Pietro dimostrano che sono i primi della classe non a caso. Al rientro in campo giocano un possesso d’attacco chirurgico fino al 24” liberando capitan Cavina da oltre l’arco che non sbaglia. I successivi attacchi, con due tiri scheggiati dal ferro per i padroni di casa e altre due bombe a segno per gli ospiti scavano un nuovo break. A 20” dalla fine il tabellone segna +7. Ma oggi i Fusignanesi non mollano mai: in un amen arrivano due tiri liberi, più recupero e bomba ‘alla Doncic’ di Montanari ed è di nuovo -2.

Sulla rimessa è pressing con fallo su Turrini che non ha ancora messo un punto questa sera, ma si dimostra freddissimo dalla lunetta firmando un 2/2 che chiude definitivamente la partita. Onore ai vincitori ma anche ai vinti, questa sera ci avete fatto divertire.

 

Basket Aronne Gardini 2001 - Castel San Pietro 64-70 (12-21; 23-32; 39-47)

Punteggi individuali – Fusignano: Lugaresi, A. Montanari 22, Scardovi 12 Dalla Malva 12, Melandri, Zanzi, Berardinelli 7, Bucchi 4, Vecchi 4, Bertazzoli 3. All. Ortasi. - CSP: Landini, Righi 10, Dal Pozzo 1, Turrini 2, Trivisonno 4, Creti 14 Curti, Cavina 14, Masoni ne, Pontrelli 7, Mondanelli 16. All. Creti.

 

 

Please reload

Post recenti
Please reload

Aronne Gardini Basket 2001 Fusignano