Promo: La bomba allo scadere esce!

Altra partita punto a punto, altro tiro all'ultimo secondo per vincerla e, purtroppo, altra sconfitta per il Fata Roba. E ora per il discorso salvezza, la classifica diventa sempre più complicata. Per contro per il Basket Project Faenza, che non ha più molto da chiedere a questo campionato, continua il momento positivo con la terza vittoria consecutiva.

Il piano partita per i padroni di casa è, in difesa, di raddoppiare e ruotare per limitare il più possibile le giocate per il ‘pivottone’ ospite Santo e, in attacco, di correre in transizione e di muovere comunque tanto la palla contro una difesa che tende a occupare l'area per abbassare il ritmo e sfidare i tiratori avversari. Per contro gli ospiti hanno come prima opzione gli isolamenti sotto canestro per il già citato Santo, con tutti gli altri pronti a sfruttare i tagli o i tiri concessi dalle scelte della difesa avversaria.

Nel primo quarto sembra aver la meglio il piano dei faentini. Santo non è dominante, ma costringe la difesa a commettere tanti falli e, sugli scarichi, si fa trovare pronto Santandrea che segna 11 punti nei primi 10'. Il Fata Roba invece fatica a trovare la via del canestro. I padroni di casa fanno anche delle buone scelte di tiro, ma hanno le polveri bagnate e si trovano ad inseguire. Ci vuole l'ingresso dei panchinari, in particolare di un Miglioli ispirato, per sbloccarsi in attacco e limitare i danni (-6) a fine quarto.

Nei secondi 10' i Fusignanesi completano la rimonta, guidati da Scardovi, per una sera meno finalizzatore e più playmaker, bravo a fare le letture giuste e a mettere in ritmo tutti i compagni: con 6 uomini a referto nel quarto il Fata Roba va all'intervallo avanti di 1. Nel secondo tempo, nuovo allungo degli ospiti. Questa volta è capitan Morsiani a far male sia dall'arco, sia in post basso. Grazie anche ai tanti viaggi in lunetta (11 punti a cronometro fermo nel quarto), all'ultima pausa Faenza è di nuovo avanti di 6.

Ma il Fata Roba non molla. Prima le bombe di Montanari, poi una fiammata di Scardovi riportano il punteggio in parità, fino ai palpitanti, ultimi 120". Per due volte i Fusignanesi avrebbero la possibilità di mettere il naso avanti. Scardovi recupera due rimbalzi difensivi consecutivi: sul primo fa un "coast to coast", ma la sua penetrazione viene chiusa a tenaglia da due giocatori del Faenza con gli arbitri che lasciano correre; sul secondo, nuova transizione e assist da urlo nell'angolo per Montanari che, con almeno tre metri di spazio, prova una bomba che sembra quasi un tiro libero ma che viene sputata dal ferro. Due tiri liberi per parte fissano il punteggio sul 64-64 a 11" dalla fine. Faenza ha l'ultima azione: la palla arriva ovviamente a Santo dentro l'area. La difesa lo raddoppia e allora il pivot scarica nell'angolo per Fabbri che realizza gli unici 2 punti della sua serata, ma saranno quelli decisivi. Rimangono ancora 2". Coach Ortasi chiama l'ultimo time out e disegna lo schema per i suoi. Rimessa: la difesa faentina è aggressiva sul taglio di Scardovi e sull'uscita da tre di Montanari. C'è allora spazio per Vecchi che riceve e tira da tre per vincere, ma non va. Finita! Vince Faenza di 2.

Fata Roba Fusignano - Faenza Basket Project 64-66 (14-20; 32-31; 46-52)

Punteggi individuali - Montanari 16, Baldini, Scardovi 12, Zanchini, Zanzi 3, Nigro, Maestri 5, Bucchi 4, Vecchi 7, Miglioli 17, Pelliccia. All. Ortasi - Basket Project: Santo 13, Grandolfi 9, Dal Monte 6, Catani 7, Pantani, Santandrea 12, Morsiani 13, Bombardini 4, Fabbri 2. All. Alfieri.

Post recenti

Aronne Gardini Basket 2001 Fusignano