I DIV: Continua la striscia positiva

Il Fusignano vince nettamente una partita bella nel primo tempo e che si è trasformata in una corrida nella seconda parte, con atteggiamento sopra le righe da entrambe le parti. Nel primo quarto partono meglio i Warriors. Gli ospiti confermano di trovarsi a loro agio quando abbassano il ritmo. Con l'alternanza palla dentro a far collassare la difesa e poi scarico sull'esterno libero, i Ravennati fanno sempre la lettura giusta.

Costringono presto al bonus i padroni di casa e, grazie ai tanti viaggi in lunetta (7 i punti ottenuti a gioco fermo), chiudono avanti di 4 il primo parziale.


Nel secondo quarto cambia tutto. I cambi e le rotazioni fanno bene ai Fusignanesi che aumentano l'intensità e il ritmo. La conseguenza sono tanti turnover e tanti tiri in transizione da ambo le parti.

Questa è la partita che piace ai ragazzi di coach Ortasi che vanno in ritmo. Lo testimoniano i 7 uomini a referto nel quarto con 6 bombe. Per contro Ravenna a questi ritmi non può reggere e ben presto gli ospiti perdono la misura su entrambi i lati del campo. Per loro un solo canestro su azione nel quarto e un parziale di 33-10 per l'A. Gardini che indirizza la partita. A questo punto si verifica l'episodio che cambia il clima della serata. Sul finire del quarto, Randi ruba palla e subisce un brutto fallo in penetrazione. Il giocatore accenna una reazione che fa scoccare la scintilla. Accenno di rissa con i giocatori in campo che non se le mandano a dire e anche alcuni panchinari che mettono piede sul parquet per dire la loro, rischiando l'espulsione. I 5' della pausa lunga capitano a proposito, ma non servono a calmare gli animi.


Nel secondo tempo il basket giocato è passato in secondo piano. Il livello del testosterone ha superato la soglia di guardia e i giocatori pensano più a regolare i conti in sospeso che non a fare buoni tiri. Non parliamo poi del trash talking tra le due panchine e da parte del numeroso pubblico che trascende il sano tifo e i normali sfottò. Il paradosso è che gli arbitri fischiano tantissimo - ben 50 falli - ma la partita è oramai sfuggita al loro controllo e in campo volano botte da orbi e tutti si lamentano. Quando Bergamaschi mette la bomba del -8 al 28', i Warriors avrebbero anche il tempo di rimettere in piedi la partita. Ma il risultato del match non è più la loro priorità. Negli ultimi 120" del periodo la difesa ravennate si dimentica completamente di Scardovi che infila un filotto da 8 punti dei suoi e richiude la partita.


Gli ultimi 10' sono buoni - botte a parte - per dare spazio ai panchinari. A conti fatti c'è di buono che nessuno si è fatto male e per l'Aronne Gardini continua la striscia positiva. Di sicuro non è stata una partita da far vedere ai ragazzini.


Basket Aronne Gardini Fusignano - Warriors Basket Ravenna 71-50 (12-16, 45-26, 61-43)

Fusignano: Lugaresi 11, Montanari 6, Scardovi 11, Berardinelli 5, Randi 15, Ndiaye 12, Zaccari, Pelliccia 11, Ricci Maccarini, Nigro, Nacca. All. Ortasi.

Ravenna: Cellarosi, Bramante 13, Beghi 2, Zanzi 1, Fabbri 10, Bergamaschi 5, Baratti 9, Bellanti 7, Restuccia 3. All. Ricci.




Post recenti